Contatti

«Ma queste cose sono i-n-t-e-r-e-s-s-a-n-t-i-s-s-i-m-e!». Ecco, immaginatevi un po’ quell’interessantissime scandito ed enfatizzato: è la frase – poi romanzata forse dalla mia memoria – che mi sento spesso ripetere quando parlo di un argomento di cui ne “mastico” abbastanza, cioè il linguaggio, la lingua, ciò che usiamo per comunicare; avete capito, no?

E così, visto che anche con la scrittura ho un po’ di dimestichezza in quanto super mega giornalista (attenzione: autoironia!), mi sono detto: «Michè, sai che c’è? Adesso ce lo apriamo pure noi un blog, un sito, insomma un luogo dove scrivere le nostre cosine».

Ma poiché nessuno scrive in uno spazio pubblico solo per se stesso, spero che qualche contenuto che troverete su Linguinsta attragga la vostra attenzione. Dopotutto con la lingua abbiamo a che fare tutti, sebbene a livelli diversi.

Cosa potete aspettarvi da Linguinsta? Beh, innanzitutto articoli agili: quasi sempre ci vuole un minuto e mezzo per leggerli, quindi non spaventatevi, potete farcela! Poi equilibrio tra precisione di contenuto e forma sfriccicoriccia (che non penso esista come aggettivo, ma sono certo si capirà)!

Se proprio non ce la faccio e scrivo qualche cavolata pazzesca, siate così gentili da farmelo notare: faccio coming out e confesso di non essere né un professore universitario, né un grammatico. Segnalatemi anche se divento noioso da sbattere la testa contro lo smartphone, pliis.

Ah, devo dirvi perché Linguinsta? Perché mi sono formato come linguista (ma dai?), ma poi è arrivato Instagram che ai ggiovani piace assai, dovevo trovare un nome, e quindi… Non ha molto senso, vero? Ottimo così.


Contattami, eddai!

Mi chiamo Michele Razzetti. Vuoi scrivermi un commento in privato? Un consiglio per un nuovo articolo? O forse sei alla ricerca di un giornalista linguinsta per qualche progetto?

In tutti questi casi, puoi scrivermi a: linguinsta@gmail.com


Ah, se siete curiosi di leggere anche cosa scrivo per i giornali con cui collaboro, cliccate qui sotto:

Ultimissima cosa – sarete esausti – c’è anche un libricino sulla comunicazione digitale che ho scritto qualche anno fa: Modera i Toni.